Tasi, niente detrazioni prima casa a Castiglione

indexNon pagavi l’IMU prima casa? Allora paga la TASI.

A Castiglione chi aveva una bassa rendita catastale non pagava. Adesso si!

Ancora una volta non si è voluto approfondire l’argomento, solo per adeguarsi alle poche idee di questa Amministrazione Poretti/Serati. Una aliquota bassa ma per tutti, senza tenere conto di tante persone che sono in difficoltà e non possono usufruire di alcun tipo di detrazione per fasce di reddito, rendite catastali o quant’altro.

Non è giusto procedere ad una soluzione così indifferenziata!

Prima – per le abitazioni più modeste grazie alla detrazione di 200 euro e a quella di ulteriori 50 euro per ogni figlio residente – non si pagava l’IMU prima casa.

Adesso – senza detrazioni – la Tasi la pagano tutti.

Per capire meglio guarda la tabella:

Immagine9

Come esempio riportiamo una tabella che confronta in modo pratico l’ammontare dell’IMU con l’importo previsto dalla TASI con aliquota al 1‰ per una famiglia proprietaria di una prima casa senza figli. Si può facilmente verificare dai dati numerici alla mano che non tutti pagano come prima, anzi, le rendite catastali più basse sono le più penalizzate: i poveri sempre più poveri e ai ricchi gli sconti!!

Questa Amministrazione, con una politica che ha “spalmato il sacrificio” su tutte le categorie di immobili, ha il chiaro obiettivo politico di affermare di aver applicato a tutti l’aliquota più bassa.

Ma senza la possibilità di usufruire delle detrazioni (previste per legge), Poretti/Serati hanno significativamente penalizzato le rendite catastali più basse (la maggior parte delle case di Castiglione Olona è in questa fascia), regalando invece alle rendite più alte un evidente “sconto”.

L’opposizione è contraria a questa modalità di applicazione della TASI e chiede alla giunta Poretti/Serati di ripristinare l’esenzione dal pagamento della tassa per le fasce più deboli.

Circolo del Partito Democratico di Castiglione Olona                     

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

About Ugo Azzolin